Trattamento Cranio-Sacrale

Il trattamento Cranio-sacrale: è una tecnica olistica, facente parte della tradizione osteopatica; è pertanto incentrata, sulla ricerca delle cause primarie che provocano i disturbi in una persona.

L’operatore attua tramite un tocco leggero sulle ossa craniche e sulla colonna vertebrale del cliente, al fine di stabilire un contatto con il ritmo cranio sacrale della persona.

Mediante leggere manipolazioni, quasi impercettibili per il cliente, l’operatore interagisce con l’impulso ritmico craniale, una componente fisiologica che, grazie al liquor encefalorachidiano comunica con il sistema nervoso centrale.

Il trattamento cranio sacrale garantisce benefici a tutti i livelli: da semplice anti-stress, è in grado di riequilibrare la postura, i muscoli, l’apparato gastroenterico e di migliorare la respirazione.

Il Trattamento cranio sacrale è idoneo in molti casi, esempio, nei disturbi di:

  • Mal di schiena;
  • Sciatalgia;
  • Traumi da parto;
  • Colpi di frusta;
  • Emicranie;
  • Scoliosi;
  • Vertigini;
  • Problemi dell’articolazione mandibolare;
  • Stress;
  • Depressioni;
  • Dislessia;
  • Difficoltà di apprendimento;
  • Disordini nervosi;
  • Iperattività;
  • Insonnia;
  • Traumi di varia natura.

Agisce profondamente sul sistema nervoso, influenzando il sistema ormonale e quello immunitario, favorendo l’armonia degli stati psicologici ed emotivi, stimolando uno stato di benessere.

Il Trattamento cranio sacrale è delicato e sicuro.

Per questo, viene spesso consigliata in circostanze considerate rischiose, come gravidanza, dopo un’operazione o incidente;

Grazie alla natura non invasiva il trattamento cranio-sacrale si può praticare sui neonati, sulle persone anziane e sulle donne in gravidanza. trovando beneficio nel trattamento.

Il cranio sacrale si rivela ottimo inoltre nel donare equilibrio e serenità al fisico.

Poche sedute di cranio sacrale rimettono in sesto disordini della mandibola o dell’articolazione temporo-mandibolare, dolori di schiena, muscolari, distorsioni, reumatismi, sciatica, scoliosi, problemi spinali e colpi di frusta, cefalee e sinusiti.

Storia della scoperta del sistema cranio-sacrale

Agli inizi del Novecento, il dott. Calvin Cottan ipotizzò dell’esistenza di un movimento all’interno del cranio.

La scoperta del sistema cranio-sacrale, e del movimento che lo contraddistingue, è da attribuire all’osteopata William Sutherland, almeno per ciò che concerne la teoria.

La sperimentazione pratica fù possibile più tardi, nel 1975, quando il dott. John Upledger, chiarì empiricamente la natura semirigida del cranio, capace di micromovimenti misurabili.

Curiosità

Forse non tutti sanno che tutte le fasce del corpo originano dal cranio, pertanto, se paragoniamo queste fasce ai fili che muovono un burattino, facilmente si intuisce come con il trattamento cranio sacrale si possa influenzare tutto il corpo di una persona. Inoltre, alcune manovre cranio sacrali possono favorire il parto e ridurre i gonfiori in tutto il corpo.

Cos’è il liquor encefalorachidiano ( si trova nello spazio subaracnoideo, tra le meningi aracnoide e pia madre, permea la corteccia cerebrale, il midollo spinale, i globi oculari, ma occupa anche gli spazi “interni” al SNC, quali le cisterne, i ventricoli cerebrali e il canale midollare).